vai al contenuto. vai al menu principale.

Il comune di Govone appartiene a: Regione Piemonte - Provincia di Cuneo

Azienda Vitivinicola "Ponchione Maurizio"

Nome Descrizione
Indirizzo Via R. Sacco n.9/A
Telefono 0173.58149
Fax 0173.58149
EMail ponchione.m@virgilio.it
Web http://www.ponchionemaurizio.com
La storia della Nostra piccola Azienda nasce da mio nonno “Gundin”, che prima mezzadro presso i terreni del Prof. Giovanni Dalmasso, luminare di viticoltura ed enologia, dal quale apprende le tecniche della coltivazione della vite e successivamente acquista, dallo stesso, il suo primo terreno, il vigneto “PASAU”.

Da quel terreno di poco più di un ettaro, oggi l’Azienda a conduzione familiare, conta 10 ettari a vigneto nei quali si coltiva Barbera, Nebbiolo, Dolcetto, Bonarda, Grignolino, Arneis, Chardonnay. La coltivazione del vigneto è opera del papà Bruno, che segue con scrupolo tutte le fasi produttive dalla potatura al periodo vendemmiale.

In vigneto non si utilizzano diserbanti e il numero dei trattamenti antiparassitari è ridotto al necessario, per la salvaguardia della salute del consumatore e dell’ambiente in cui viviamo. Utilizzando da alcuni anni la pratica del diradamento, si raggiunge il periodo vendemmiale, con una produzione equilibrata in vigneto e con un ottimo stato sanitario, questo ci consente di affermare che il più del lavoro è stato realizzato, consci del fatto che tre quarti del risultato finale si ottiene in vigneto.

Le uve arrivano in cantina raccolte rigorosamente in cassette forate e da qui inizia la trasformazione per ottenere il prezioso nettare di Bacco.

I vini vengono selezionati in base alla zona di produzione, alla loro esposizione, al tipo di terreno da cui derivano, al loro carico produttivo.

Nascono così i classici vini di consumo “quotidiano” ed altri selezionati a seconda del risultato qualitativo finale.

Il Barbera d’Alba vinificato in vasche di acciaio “Donia”, in quella tradizionale invecchiata in botti di rovere “Monfrini” o “Pasau”; il Nebbiolo invecchiato in botte grande “Montemolino” o il Roero “Monfrini” che matura sedici mesi in piccole botti; il Bornarda, tipico piemontese, vitigno autoctono del nostro territorio; il Dolcetto e il Grignolino; l’Arneis “Monfrini” e lo Chardonnay del vigneto “Cherpore”; un Passito di uve arnesi ed una grappa di nebbiolo del Roero.

Sarò felice di condurVi tra le vigne raccontandoVi altre curiosità degustando con Voi i miei vini per far vivere anche a Voi questa bella realtà che in fondo è la Nostra vita.

Per una visita alla cantina o una degustazione è gradito un cenno di preavviso.